DPCM 4 Novembre – alcune eccezioni sulla sospensione dei concorsi pubblici


Il Nuovo DPCM dispone la sospensione di tutti i concorsi pubblici tranne alcune eccezioni.

  • Il blocco riguarda che i concorsi privati e gli esami di abilitazione all’esercizio delle professioni?

Si riguarda anche tali categorie di concorsi.

  • Quanto durerà il blocco?

Circa un mese, salvo eventuali proroghe.

  • Nello specifico questo blocco cosa significa?

Nello specifico significa che per tutta la durata in cui il DPCM sarà efficace non potranno svolgersi le prove preselettive e le prove scritte dei concorsi.

  •  Quali sono le eccezioni?

– i concorsi per il personale sanitario;


– gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo;


– i concorsi la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica;


– i concorsi per il personale della protezione civili;

–Le prove orali.

Tuttavia i bandi di concorso Ripam pubblicati nei mesi scorsi, tra le modalità configurava anche lo svolgimento delle prove in modo decentrato e telematico.

  •  Quindi le prove orali potranno svolgersi?

Il DPCM non ne fa menzione quindi sembrerebbe di sì.

  • Ma continueranno a essere pubblicati nuovi concorsi sulla gazzetta ufficiale?

Certo il blocco riguardo solo svolgimento delle prove concorsuali.

Gli enti pubblici potranno continuare a bandire nuovi concorsi pubblicando i relativi bandi sulla gazzetta ufficiale, le cui prove necessariamente potranno svolgersi dopo la rimozione del blocco.

  • Sono sospesi e bloccati anche i termini di partecipazione di concorsi già banditi e non scaduti?

No, per i concorsi che sono attualmente aperti restano in vigore i termini di partecipazione, compresa la data di scadenza. Il consiglio è quello di inoltrare, comunque, la domanda di partecipazione.



To Top