Concorso 251 posti Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare

Nella Gazzetta Ufficiale del 9 Agosto 2019, è stato pubblicato un bando di concorso per 251 unità di personale non dirigenziale a tempo inderminato presso il Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

REQUISITI DI ACCESSO

Nel concorso gestito dalla commissione Ripam Formez, le unità di personale sono suddivise nel seguente modo:

  • n. 55 funzionari con competenze nel settore dell’ingegneria per l’ambiente e il territorio, energetica e nucleare, gestionale, civile - (Cod. ING/MATTM);

  • n. 35 funzionari con competenze nel settore dell’economia e fiscalità ambientale - (Cod. ECO/MATTM);

  • n. 25 funzionari con competenze nel settore della pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale, e nell’architettura del paesaggio - (Cod. ARC/MATTM); 

  • n. 22 (ventidue) funzionari con competenze nel settore delle scienze biologiche e biologia marina - (Cod. BIO/MATTM); 

  • n. 11 funzionari con competenze nel settore delle scienze chimiche - (Cod. CHI/MATTM); 

  • n. 30  funzionari con competenze nel settore delle scienze geologiche e geofisiche - (Cod. GEO/MATTM);

  • n. 60 (sessanta) funzionari con competenze nel settore delle scienze naturali, scienze ambientali, agrarie e forestali - (Cod. NAT/MATTM);

  • n. 13 funzionari con competenze nel settore delle scienze statistiche, l’informatica, la società dell'informazione - (Cod. INF/MATTM).

REQUISITI DI ACCESSO

Per l'ammissione al concorso sono richiesti, al momento di presentazione della domanda, requisiti quali il possesso della cittadinanza italiana, la maggiore età, nonchè il conseguimento di una laurea differente per ciascuno dei profili messi a concorso.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

I candidati dovranno presentare la propria domanda di ammissione al concorso, per via telematica, entro le 23.59 del 23 settembre prossimo. Per la partecipazione è richiesto un versamento di 10,00 euro a pena di esclusione.

LE PROVE

La procedura concorsuale prevede l'espletamento di una prova preselettiva,comune a tutti i profili concorsuali, consistente in un test a risposta multipla composto da 60 quiz a risposta multipla atti a verificare le capacità logico deduttive, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, nonchè la conoscenza del diritto pubblico dell'ambiente e al procedimento amministrativo.

La prova selettiva scritta, differente per ciascuno dei profili concorsuali, verificherà la conoscenza teorico pratica di ciascun candidato.

La procedura concorsuale si concluderà con una prova orale consistente in un colloquio interdisciplinare sulle medesime materie delle prove scritte nonché, a prescindere dal profilo per il quale si concorre, sulle seguenti materie: diritto ambientale italiano ed internazionale, diritto amministrativo, codice di comportamento dei pubblici dipendenti.Nell’ambito della medesima prova orale si procederà all’accertamento della conoscenza della lingua inglese, della conoscenza delle tecnologie informatiche e della comunicazione e del Codice dell’amministrazione digitale.

Si attende la pubblicazione del diario della prova preselettiva sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito internet del Ministero.


CLICCA QUI PER IL BANDO COMPLETO



I nostri volumi per la preparazione

To Top