Regione Campania - 641 Posti presso i Centri Per l'impiego

Il tanto atteso bando per il potenziamento dei Centri per l'impiego della Regione Campania, è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione.

I bando è rivolto ai diplomati e laureati, ma per dare avvio alle domande è necessario attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Per laureati sono disponibili i seguenti posti:

n. 145 posti di “Funzionario policy regionali – Centri per l’impiego” (codice D-FPI), di cui  29 riservati al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania,

n. 25 posti di “Funzionario Sistemi informativi e tecnologie” (codice D-FSI), di cui  5 riservati al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania,

n. 50 posti di “Funzionario Policy regionali - Mediatore per l’inserimento lavorativo dei disabili” (codice D-FPD), di cui 10 riservati al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania,

n. 5 posti di “Funzionario comunicazione ed informazione (codice D-FCI), di cui  1 riservato al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania.

 Per i diplomati sono disponibili i seguenti posti:

n. 316 posti di “Istruttore policy regionali – Centri per l’impiego” (codice C-IPC), di cui  63 riservati al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania;

n. 100 posti di “Istruttore Sistemi informativi e tecnologie” (codice C-IST), di cui 20 riservati al personale di ruolo della Giunta regionale della Campania

La prova preselettiva, per entrambi i profili, consiste in un test composto da quesiti a risposta multipla, diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto amministrativo con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, trattamento dati; diritto del lavoro e disciplina del lavoro pubblico; Statuto della Regione Campania; Ordinamento amministrativo della Giunta regionale della Campania (Regolamento 15 dicembre 2011, n. 12 e ss.mm.ii.); elementi di statistica.

La prova preselettiva sarà superata da un numero di candidati pari a 3 volte il numero dei posti messi a concorso. Tale numero potrà essere superiore in caso di candidati collocatisi ex-aequo all’ultimo posto utile in ordine di graduatoria.

Il concorso avrà seguito con una prova scritta differente per ciascun profilo messo a concorso, consistente nella somministrazione di n. 60  quesiti a risposta multipla, nelle materie di studio indicati nei bandi.

CLICCA QUI PER IL BANDO 



I nostri volumi per la preparazione

To Top